Non solo Autostrade, Atlantia & Co… Se il Governo Pd-M5S decidesse di statalizzare mussolinianamente la gran parte della rete autostradale le cose migliorerebbero, finirebbero tragedie come quelle avvenute in Liguria, e lo stillicidio della mancanza di manutenzione?
A quanto rileva Milena Gabanelli da un’analisi sulla nostra rete autostradale e stradale, con lo Stato le cose funzionano come con ASPI, segno che il problema è strutturale e riguarda l’incapacità della politica di fare buone policy, e dei privati di affrancarsi da una cultura servilista, monopolista e menefreghista.
Il problema quindi non è la scelta tra Cristo o Barabba, ma tra uno tra i due ladroni… mentre invece servono uno Stato efficiente e non elefantiaco come il Venezuela o il Nord Corea, e un sistema privato liberato dalle ingerenze politiche e vincolato dalla libera concorrenza, il che consegnerebbe al Pubblico la possibilità di non fare business ma in compenso di controllare al meglio ciò che i cittadini e le loro imprese sanno e devono fare.

L’on. Paita capogruppo di Italia Viva in Commissione Trasporti alla Camera, commenta i dati dell’inchiesta di Milena Gabanelli pubblicata sul Corriere della Sera:
Da Anas un enorme ritardo nelle ispezioni annuali compiute per verificare la sicurezza dei viadotti di sua competenza. Risulterebbe in particolare che nel 2019 le ispezioni obbligatorie effettuate siano state solo 1491 su 4991, pari al 28%. È un dato grave e molto preoccupante su cui Anas deve fare immediata chiarezza”. 

Rotterdam, autostrada
 

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *